Crea sito
Explore Travel Note
Riserva-naturale-Litorale-Tarantino
DISCOVER PUGLIA

JONIO: LA RISERVA NATURALE DEL LITORALE TARANTINO

 JONIO

 Jonio : Riserva Naturale del Litorale Tarantino

 La Riserva Naturale del Litorale Tarantino , è un’altra bellezza paesaggistica  pugliese tutta da scoprire!

si affaccia sul Mar Jonio e il nome completo è Riserva Naturale Regionale Orientata del Litorale Tarantino Orientale, e si estende con una superficie di 1113, 22 ettari,  lungo la costa e l’entroterra di Manduria in provincia di Taranto, e dal 2010 è stata inclusa tra le Aree Protette Italiane.

comprende :

  • Torre Colimena e la Salina dei Monaci
  • Palude del Conte e Dune Costiere
  • Boschi di Cuturi e Rosamarina
  • La Foce del Fiume Chidro

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

 

 

Ancora una volta la nostra escursione è avvenuta in compagnia della Cooperativa Serapia, la quale ci ha condotto attraverso un percorso ad anello di 10 km, alla scoperta di questa terra magica, ricca di  tra vegetazione mediterranea, dune costiere,  acrobatiche esibizioni di storni, e birdwatching dei placidi fenicotteri rosa che popolano le saline.

Cooperativa Serapia

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

 

Lo Jonio e le sue Bellezze :

Torre Colimena e la Salina dei Monaci

Torre Colimena, è una torre che fa parte di un sistema difensivo voluto dal re di Spagna Carlo V per difendere la Puglia dalle incursioni degli ottomani, i quali con i loro velieri giungevano sulle coste salentine Joniche  invadendone i  territori.

torre-colimena-saline-monaci-JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

 

Poco distante dalla torre sorge  la Salina dei Monaci, questa è un’area di grande bellezza paesaggistica, in origine usata per la raccolta del sale marino, venne danneggiata gravemente negli anni 60 e 70 a causa della costruzione della S.P. 90 Jonico Salentina.

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

Sorge alle spalle della costa jonica, circondata da dune di sabbia e macchia mediterranea, ed è l’habitat ideale per alcune specie volatili e zona ideale per praticare birdwatching in Puglia , in quanto zona di sosta nel periodo migratorio di splendidi fenicotteri rosa, il cavaliere d’Italia, cigni, albanelle reali, poiane, sparvieri e allodole.

Attualmente la salina è in disuso.

riserva-naturale-litorale-tarantino

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

 

La Palude del Conte e le Dune Costiere

La Palude del Conte è stata classificata dall’Unione Europea tra le aree protette pugliesi in via di estinzione, questa è un’area umida retrodunale circondata da vegetazione  della macchia mediterranea come mirto, leccio, giunchi.

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

 

Le Dune si estendono lungo la costa jonica costituendo un importante patrimonio naturalistico di flora e fauna, infatti le dune coperte da vegetazione mediterranea  ospitano molti uccelli migratori.

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

Il Bosco dei Cuturi e di Rosamarina

Il Bosco dei Cuturi e quello di Rosamarina si trovano a 80 metri sul livello del mare, e si estendono nel territorio di Manduria, in origine  avevano un’estensione molto più ampia, infatti i  due boschi sono ciò che resta della vasta Foresta Oritana, proprietà di Federico II, la quale subì gravi danni in seguito ai disboscamenti avvenuti nel ‘700 ed intensificati nel ‘900. I due boschi rivestono un importante ruolo archeologico in quanto al loro interno sono state rinvenute tombe risalenti al  periodo messapico.

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

JONIO-RISERVA-NATURALE- LITORALE-TARANTINO

 

La Foce del Fiume Chidro

Situato nei pressi di  San Pietro in Bevagna, questo fiume sfocia nello Jonio,  ed è di grande  importanza dal punto di vista  idrografico e per il patrimonio naturale di flora e fauna che lo costituisce.

Al fiume sono legate delle leggende popolari, infatti si narra che San Pietro mentre si raccoglieva in penitenza attraversò il Chidro piangendo della sua grande colpa: aver tradito Gesù e le sue lacrime si sarebbero trasformate in conchiglie. Gli antichi abitanti di queste zone erano soliti raccogliere e conservare come reliquie le lacrime di S. Pietro perché considerate la pietrificazione di quelle lacrime.( fonte wikipedia)

Come Arrivare alla Riserva Naturale Regionale Orientata del Litorale Tarantino Orientale

Le aree della  Riserva Naturale del Litorale Tarntino si trovano al confine tra le province di Taranto e Lecce, e dunque tra i comuni di Maruggio ad ovest, Manduria e Avetrana a nord e Porto Cesareo ad est.

 

Seguite  Explore Travel Note  sui social

Twitter @TizBelTravel

Instagram Explore Travel Note

Fb Explore Travel Note 

 

per consigli e suggerimenti scrivete a [email protected]

oppure lasciate una traccia del vostro passaggio nel box commenti

invece per essere sempre aggiornati e seguire i prossimi diari di viaggio di Explore Travel Note potete iscrivervi alla nostra Newsletter

 

 

 

© 2016 le foto e il testo presenti nell’articolo sono di proprietà di Tiziana Bel & Giovanni Kiace è vietata la riproduzione delle foto e dei contenuti senza l’autorizzazione dell’autore.

You Might Also Like...