Crea sito
Explore Travel Note
IL GIARDINO BOTANICO DELLA CUTURA
DISCOVER PUGLIA LIFESTYLE

IL GIARDINO BOTANICO DELLA CUTURA #SALENTO

IL GIARDINO BOTANICO DELLA CUTURA E’ SITUATO IN PUGLIA  IMMERSO NELLA CAMPAGNA SALENTINA TRA ULIVI SECOLARI E MACCHIA MEDITERRANEA. CUSTODISCE PIANTE RARE PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO ED E’ STATO INSERITO TRA I 10 PARCHI PIU’ BELLI D’ITALIA.

Nel cuore della Puglia, in un’antica tenuta rurale di fine 800, sorge un’oasi di verde inaspettata estesa su ben 35 ettari, il suo nome è La Cutura, termine che deriva dal dialetto cute che significa  pietra. Si tratta di un giardino botanico inserito tra i 10 parchi più belli d’Italia. Immerso nella campagna salentina tra ulivi secolari e macchia mediterranea, a pochi chilometri da Lecce.Il giardino botanico della Cutura custodisce ben 10 giardini in cui sono disseminate aiuole ben curate, erbe aromatiche e fiori colorati dai sentori delicati, provenienti da ogni angolo del mondo. L’itinerario inizia con il Giardino Roccioso che ospita piante grasse e agavi provenienti dai paesi del Sud America. Alcune piante sono secolari, veri e propri totem naturali che svettano accanto a muretti in pietra tipici del paesaggio pugliese. Un sentiero acciottolato vi condurrà nel cuore di questo giardino dove è custodita una serra monumentale che ospita piante grasse e tropicali di estrema bellezza. Qui, infatti  sono esposti ben 2000 esemplari di cactus dalle forme e varietà più strane,  provenienti da Messico, Perù, Colombia, Argentina e Africa.

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

La passeggiata prosegue con un vero e proprio percorso olfattivo nel Giardino Mediterraneo, dove essenze e profumi di piante aromatiche come timo, mirto, ginestre ginepri e conifere invadono l’aria. Poco distante il gracchiare delle rane e dei grilli vi condurrà sulle rive di un laghetto naturale con papiri, ninfee e piante acquatiche in cui trovano riparo ranocchie e altri anfibi.

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

Passeggiare  tra i sentieri  del giardino botanico della Cutura è estremamente rilassante, e tra alberi secolari e fiori profumati si nascondono anche angoli romantici, come il Giardino delle Rose. Infatti il suo roseto,ospita oltre 100 varietà  di questo delicato fiore dai colori  e profumi più vari, un angolo evocativo e di estrema raffinatezza.

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

Il sentiero delle rose vi accompagnerà all’ingresso del  Bosco di Lecci, dove le querce secolari  con le loro rigogliose e verdeggianti fronde creano angoli di piacevole ombra  in cui trovare riparo dalla calura estiva. Nelle calde notti d’estate, pare che il bosco sia abitato dalle piccole e luminose lucciole, questo ci da conferma della qualità dell’aria che si respira in questo luogo magico, infatti i luminosi e rari insetti vivono solo dove l’aria è incontaminata e salubre!

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

Le sorprese non finiscono mai, perchè il giardino botanico della Cutura è uno di quei posti magici in cui perdersi per un’intera giornata! Infatti nasconde anche un elegante  Giardino all’Italiana con aiuole curate e disposte geometricamente. Basta fare qualche passo per ritrovarsi nel Giardino dei Profumi in ci passeggiare tra  diverse varietà di piante e alberi odorosi. Mentre nel Giardino dei Semplici si trovano profumatissime piante officinali e aromatiche. Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data: Sentieri e piante fiorite conducono fino alla zona più antica del giardino botanico della Cutura, il Borgo Antico. Risalente agli inizi dell’ 800 è caratterizzato dal bianco della calce delle abitazioni, piante rampicanti e da uno stile simile a quello delle vecchie dimore rurali spagnole. Nella piazzetta del borgo antico è possibile acquistare alcune delle piante grasse che vivono nella serra!

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

E infine c’è l’ultimo Giardino, il più prezioso,  il Giardino Segreto. Entrerete in punta di piedi in questo paradiso che vi rapirà il cuore. Qui infatti in una antica cava tufacea sono custodite le piante e i fiori più rari e delicati come orchidee, frutti esotici, felci e palme. Intorno, in ampi recinti a cielo aperto, sono ospitati bellissimi animali da cortile.

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

Le sorprese non finiscono, infatti il giardino botanico della Cutura possiede anche un ristorante Dejeuner sur l’Herbe. Infine è possibile concludere la passeggiata assaporando le  antiche ricette salentine della tradizione contadina insaporite con le profumate erbe aromatiche del giardino.

Un post condiviso da •The Explorer• (@sputnikexplore) in data:

Come Arrivare Presso il Giardino Botanico della Cutura

 

LECCE & IL BAROCCO PUGLIESE: COSA VEDERE

You Might Also Like...