Crea sito
Explore Travel Note
Backpacker-zaino-in-spalla
LIFESTYLE

Backpacking: la guida di Babbel per viaggiare con lo zaino in spalla


BACKPACKING LA GUIDA PER VIAGGIARE CON LO ZAINO IN SPALLA. LE DESTINAZIONI CONSIGLIATE E I SUGGERIMENTI DA SEGUIRE NELLA GUIDA PER BACKPACKERS DI BABBEL .

Con l’arrivo dell’estate ci si prepara a partire e per questo Babbel, l’applicazione per imparare lelingue online, ha realizzato “Backpacking, si parte” un manuale per gli appassionati di backpacking, cioè chi decide di partire solamente con uno zaino e vivere un’avventura indimenticabile.

Sono tanti anche gli italiani, soprattutto tra gli under 35, a seguire questo
fenomeno, dato che l’Italia è la seconda tra le destinazioni preferite dai più giovani.
Ma quali sono le caratteristiche che dovrebbe possedere il perfetto backpacker?

Curiosità, spirito di sacrificio e capacità di adattarsi ai possibili imprevisti che potrebbero capitare durante l’avventura: questi sono alcuni dei requisiti illustrati nel manuale.

backpacking Backpacker-zaino-in-spalla

Chi vuole partire per una vacanza zaino in spalla dovrebbe iniziare dalla scelta della meta, argomento al quale viene dedicato molto spazio nel manuale: sono state individuate diverse destinazioni anche in base a quanto si è disposti a spendere.

In Italia la medaglia di città più economica è stata assegnata a Napoli, dove bastano circa 50 Euro al giorno, importo molto simile a quello necessario per soggiornare un giorno a Madrid. Se poi si volesse spendere una cifra
ancora più bassa si può optare per altre città europee come Kiev e Bucarest, qui infatti bastano in media circa 20 euro per provvedere a pasti e pernottamento.
Si può dire che lo zaino è il miglior amico del backpacker, per questo è fondamentale prepararlo con le dovute attenzioni: nella guida vengono elencati diversi consigli per portare con sé tutto il necessario, dal sacco a pelo al keeway, per essere sempre pronti a qualsiasi evenienza.

Backpacking - Backpacker-zaino-in-spalla

Inoltre nel kit di un backpacker non può mancare della buona musica e
degli ottimi libri. Per questo motivo nel manuale sono stati scelti alcuni dischi e alcuni titoli: una canzone intramontabile resta “Born to be wild” degli Steppenwolf, mentre “Latinoamericana”, del mitico Ernesto Che Guevara, è un grande classico della narrativa d’avventura.
Infine, chi viaggia all’estero sa bene quanto sia importante conoscere almeno alcune frasi nella lingua locale per chiedere informazioni utili: quando si è in viaggio, infatti, capita spesso di avere bisogno di indicazioni stradali o di altri suggerimenti, per questo nella guida è stata inclusa una
sezione apposita per non farsi trovare impreparati.

E voi che ne pensate dei viaggi wild con lo zaino in spalla?

You Might Also Like...