Crea sito
Explore Travel Note
10 COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA
LIFESTYLE

1O COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA

10 COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA. DALLE SUE TRADIZIONI ANTICHISSIME CHE SI CONSERVANO IN TUTTO IL LORO FASCINO, ALLA LISBONA COSMOPOLITA E CONTEMPORANEA DALL’ANIMO TRENDY E CREATIVO.

Ecco le 10 Cose Imperdibili di Lisbona

1. Il Fado

Il fado è nato un giorno, quando il vento non soffiava e il cielo prolungava l’orizzonte del mare e, sul ponte di un veliero, un marinaio triste cantava” (José Régio).

Il fado è l’anima di Lisbona, basta passeggiare per i vicoli lastricati dell’Alfama per essere catturati dal dolce suono malinconico della guitarra portuguesa e dalla voce della diva Amalia Rodrigues.
Dicono che sia il canto dei marinai portoghesi che abbandonavano la loro terra andando verso l’ignoto, racconta il sentimento nostalgico della saudade, uno stato d’animo malinconico verso ciò che non c’è più.

Se non conoscete questi meravigliosi canti basta ascoltare Maria Severa Onofriana , Berta CardosoRaùl FerrãoRenato Varela e Amàlia Rodrigues, quest’ultima considerata una delle migliori esponenti del fado.

2. Pasteis de Nata

10 COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA

A Lisbona ci sono dolci tentazioni come il Pasteis de Nata, pasta sfoglia farcita con crema a base di panna e uova, dorata in superficie profumati con una spolverata di cannella.

La loro produzione avveniva nei conventi con l’ utilizzo di ingredienti semplici, nell’800 con la rivoluzione liberale molti monaci abbandonarono i monasteri e continuarono la produzione di questi pasticcini aprendo dei laboratori in città. I più famosi sono quelli della Antiga Cofeteria di Belèm , situata in un ex convento intarsiato di azulejos, che tutt’oggi mantiene segreta la ricetta originale.

Assaggiate un Pasteis de Nata accompagnandolo con un caffè portoghese dalle tazzine piene fino all’orlo, sono un capolavoro!

3. La Feira de Ladra

COSA VEDERE A LISBONA

Gli amanti del Vintage ameranno questo mercato che si tiene alcuni giorni a settimana presso il Campo de Santa Clara.

Vinili, abbigliamento, libri, oggetti di antiquariato, artigianato sono esposti lungo le tanta bancarelle che animano il mercato.

Si possono fare affari e trovare oggetti rari.

4. Azulejos

10 COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA

Meravigliosi e colorati di tinte color pastello ricoprono tanti palazzi storici di Lisbona. Il quartiere dell’Alfama è quello con la più alta concentrazione.

Gli azulejos sono legati alla tradizione araba, i sovrani portoghesi si innamorarono delle decorazioni dei pavimenti orientali introducendole nell’architettura portoghese, fontane, chiese, giardini e palazzi furono riccamente intarsiati con le piastrelle in ceramica colorata.

5. LX Factory

10 COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA

E’ uno degli spazi più creativi della città!

E’ un contenitore culturale e artistico in una ex fabbrica del XIX secolo di 23.000 mq riconvertita e che oggi ospita atelier, boutique di design, gallerie d’arte, librerie, tipografie, sale concerti, ristoranti.

La Lx Factory ospita la Libreria Ler Devagar, tappezzata di libri custodisce volumi rari, scrittori contemporanei e una caffetteria intima e accogliente, questo tempio della lettura è considerato una delle più belle librerie del mondo.

6. I Bar del Barrio Alto

10 COSE IMPERDIBILI DA FARE A LISBONA

In origine Il Bairro Alto era abitato dalle famiglie aristocratiche della capitale, solo nel 1800 ha cambiato faccia accogliendo personalità creative e artisti in cerca di gloria, che hanno portato all’apertura di librerie, negozi di antiquariato e ristoranti.Oggi è il quartiere della movida notturna, la sera i suoi bar e locali si popolano di ragazzi in cerca di un concerto, un dj set o semplicemente per bere qualcosa.

7. Tram 28 & Elevador De Santa Justa

COSA VEDERE A LISBONA

ll Tram 28 è uno dei simboli di Lisbona, questo perchè è uno dei mezzi più comodi per esplorare la città e per la sua capacità di affrontare la pendenza di vicoli. Il famoso tram 28, con il suo stile vintage, permette di attraversare tutto il quartiere dell’Alfama.

Un’altra attrazione è l’Elevador De Santa Justa, situato nel quartiere Baixa, è una struttura in ferro battuto in stile neogotico, dispone di due eleganti cabine in legno che portano in cima i passeggeri per 45 metri offrendo una spettacolare vista sul quartiere.

8. I Miradouros

COSA VEDERE A LISBONA

Sono vere e proprie terrazza panoramiche sulla città, Lisbona sorge su 7 colline con strade che si inerpicano strette e ripide, giungendo in cima spesso si aprono meravigliosi panorami dall’atmosfera romantica. Spesso in prossimità del miradouros ci sono bar con tavolini all’aperto dove bere qualcosa e ammirare il panorama.

Tra i più belli ci sono il Miradouro da Nossa Senhora do Monte, Miradouro Padrao dos Descobrimentos, Miradouro de Santa Catarina, Miradouro de São Pedro de Alcântara, Miradouro das Portas do Sol.

9. Lisbona sulle tracce di Pessoa e Sarmago

La capitale portoghese offre itinerari sui generis misteriosi e irreali sulle tracce dei suoi scrittori più noti, con inediti percorsi letterari per scoprire una città dal fascino incredibile.

Due dei più grandi scrittori europei, Ferdinando Pessoa e Josè Sarmago, sono indissolubilmente legati a Lisbona, tra le 10 cose imperdibili da fare a Lisbona non può mancare l’itinerario sulle tracce di Pessoa e Sarmago.

La vita di Pessoa era legata ai quartieri del Chiado e alla Baixa, tra i loro vicoli era concentrato il mondo dello scrittore, tra i caffè letterari ritrovo degli artisti, gli uffici commerciali dove lavorava come traduttore, le stanze in affitto dove viveva.

Per cogliere le sensazioni trasmesse dalla Lisbona più misteriosa e suggestiva il viaggiatore deve astrarsi dalla folla dei turisti che affollano le vie alte, strette, ampie, ripide e scoscese della capitale e farsi trascinare dalla letteratura.

Si parte per la scoperta della Lisbona di Pessoa attraverso i suoi caffè letterari come a Brasileira, uno dei più antichi di Lisbona situato nel quartiere del Chiado. Qui lo scrittore, dal 1988 è commemorato da una statua in bronzo seduto al tavolino di un bar. Poi si prosegue passando dal ristorante prediletto di Pessoa Martinho da Arcada, qui è conservato il tavolo dove sedeva abitualmente e amava scrivere mangiando il baccalà e sono conservate le foto d’epoca alle pareti.

Anche la casa di Pessoa è un luogo di pellegrinaggio immancabile, dove sono custoditi pochi ma significativi oggetti come la sua macchina da scrivere, gli occhiali, gli appunti scritti durante il suo vagare per la città. Un luogo che oggi è un centro culturale, animato da numerose iniziative, spettacoli, conferenze e dibattiti di natura letteraria.

Inoltre sono organizzati innumerevoli tour sulle tracce del Libro dell’Inquietudine scritto dallo scrittore oppure è possibile dormire in una delle stanze d’affitto dove alloggiava fra il 1908 e il 1912, in largo do Carmo 18.

Pochi lo sapranno ma è anche possibile conoscere la Lisbona degli anni 20 con la guida della città scritta dall’artista e mai pubblicata.

Dopo Pessoa è il turno di un altro grande scrittore portoghese Josè Sarmago la cui vita è indissolubilmente legata alla città di Lisbona.

La Fondazione a lui dedicata,  Fundação José Saramago, si trova in centro, a due passi alla centralissima Praça do Comércio.  Ospitata nella Casa dos Bicos, offre un’ampia esposizione riguardo la vita e le opere dell’autore premio Nobel nel 1998. Lo scopo della sua istituzione è però un altro, fu fondata dallo stesso Saramago nel 2007, per proteggere la Dichiarazione universale dei diritti umani, per promuovere la cultura e difendere l’ambiente.

“Disse un poeta, in un momento di rima facile e patriottico disincanto, che solo questo facciamo bene noi portoghesi, le torri di Belem. O fece finta di non vedere le volte del monastero dos Jeronimos, o sulla torre si vendicò della difficoltà di trovare una rima coerente per il monastero”. Lo stesso Saramago ammette che questo gioiellino di architettura tutto sembra fuorché un invincibile bastione militare, “con quel meraviglioso terrazzo sul Tago, luogo di massima eccellenza per assistere a sfilate di navi piuttosto che per orientare l’alzo dei cannoni. Che risulti, la torre non è mai entrata in formale battaglia”. 

Viaggio in Portogallo, José Saramago

10. Una Giornata a Sintra

Lisbona offre delle vere perle anche fuori dal centro, come la spettacolare Sintra situata a soli 25 km dalla capitale. La pittoresca cittadina portoghese è situata tra le colline della Serra de Sintra, e nel 1995 è stata inserita dall’Unesco tra i siti Patrimonio dell’Umanità.

La zona è ricca di meravigliosi palazzi storici ricoperti di azulejos, giardini lussureggianti, un spettacolare castello e splendidi panorami. Nell’800 fu amata da molti artisti europei tra cui Lord Bayron che la definì “il Giardino dell’Eden”.

Cintra’s glorious Eden intervenes in variegated maze of mount and glen”

Lord Byron

COSA VEDERE A LISBONA

COSA VEDERE A LISBONA
COSA VEDERE A LISBONA

You Might Also Like...

Leave a Reply

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.